FORMULA ELECTRIC AND HYBRID ITALY (FEHI)

ResponsabileGiuseppe Buja

DESCRIZIONE

La Formula Electric and Hybrid Italy (FEHI) è una competizione internazionale avviata nel 2005 dalla Associazione Tecnica dell'Automobile (ATA) con lo scopo di promuovere lo sviluppo di soluzioni innovative nel campo della mobilità sostenibile.

Alla competizione partecipano team di studenti provenienti prevalentemente da Università europee. Durante la competizione i team presentano o prototipi o apparati o progetti di veicoli elettrici e ibridi sviluppati in laboratori accademici o di spin-off universitari. I prototipi competono mediante prove su strada (autonomia, accelerazione e consumi) e valutazioni tecniche (innovazione, progettazione, applicabilità industriale) elaborate da una commissione ATA. Gli apparati e i progetti competono unicamente mediante valutazioni tecniche.

RISULTATI CONSEGUITI

Il Laboratorio di "Sistemi elettrici per l'automazione e la veicolistica" ha partecipato alla FEHI dal 2007 al 2011 con tre diversi veicoli elettrici e ha conseguito i risultati elencati di seguito. Prototipi e progetti dei sistemi di propulsione elettrica sono stati sviluppati da team di studenti dei corsi della laurea magistrale e di dottorato.

2007 Prototipo di scooter elettrico rollante a tre ruote (in collaborazione con Motorcycle Dynamics Research Group, Prof. V.Cossalter), 2° classificato
2008 Prototipo di scooter elettrico rollante a tre ruote (in collaborazione con Motorcycle Dynamics Research Group, Prof. V.Cossalter), 1° classificato
2009 Prototipo di bicicletta a pedalata assistita con alimentazione da cella a combustibile, 3° classificato
2010 Progetto di minicar elettrica con sistema di alimentazione mista accumulatori al piombo-supercondensatori, 2° classificato
2011 Prototipo di minicar elettrica con sistema di alimentazione mista accumulatori al piombo-supercondensatori, 1° classificato

ALTRE INFORMAZIONI

Il sistema di propulsione elettrica del prototipo di scooter elettrico rollante a tre ruote era caratterizzato da soluzioni tecnologiche avanzate: a) sistema di trazione (realizzato con motori ruota, alle ruote posteriori); b) sistema di alimentazione (realizzato con accumulatori agli ioni di litio); c) sistema di guida del veicolo (realizzato con la tecnica by-wire).

Il prototipo di bicicletta a pedala assistita con alimentazione da cella a combustibile era equipaggiato con: a) cella a combustibile, circuito elettronico di potenza per il condizionamento dell'energia elettrica generata e due unità elettroniche di controllo interagenti tra loro; b) canister ad idruri metallici per lo stoccaggio dell'idrogeno ad alta densità volumetrica e bassa pressione di funzionamento (ai fini della sicurezza). Il prototipo di bicicletta era limitato in potenza e velocità in accordo con le normative europee, e non ha partecipato alle prove su strada. Pur essendo stato penalizzato dal non aver acquisito punteggio nelle prove su strada, si è ben piazzato nella competizione grazie all'ottima valutazione tecnica ricevuta.

La minicar elettrica con sistema di alimentazione mista accumulatori al piombo-supercondensatori, realizzata nell'ambito di un contratto di collaborazione, è ora prodotta commercialmente ed è in circolazione. Innovazioni tecnologiche: a) accoppiamento del banco di supercondensatori con gli accumulatori al piombo tramite convertitore cc-cc bidirezionale; b) gestione del sistema di alimentazione con un'unità elettronica di controllo in grado di convogliare verso i supercondensatori i picchi di corrente richiesti/forniti durante l'accelerazione/frenatura del veicolo, al fine di preservare gli accumulatori da forti sollecitazioni di corrente con un conseguente aumento sia dell'autonomia e della vita operativa degli accumulatori.

PHOTO GALLERY